Image module
(Papa Francesco, Amoris letitiae, 72)

«Il matrimonio è una vocazione, in quanto è una risposta alla specifica chiamata a vivere l’amore coniugale come segno imperfetto dell’amore tra Cristo e la Chiesa. Pertanto, la decisione di sposarsi e di formare una famiglia dev’essere frutto di un discernimento vocazionale»

Delimiter

Le coppie che intendono sposarsi, di norma, debbono contattare il parroco nell’anno precedente alla data ipotizzata. E comunque, prima di qualosiasi passo è bene chiedere informazioni direttamente al parroco in merito alla documentazione e i tempi necessari

Nella nostra chiesa, di norma, la preparazione al matrimonio inizia attorno alla metà del mese di Febbraio.

«Il patto matrimoniale con cui l’uomo e la donna stabiliscono tra loro la comunità di tutta la vita, per sua natura ordinata al bene dei coniugi alla procreazione e educazione della prole, tra i battezzati è stato elevato da Cristo Signore alla dignità di sacramento» (Canone, 1601)

 

«Il sacramento del matrimonio non è una convenzione sociale, un rito vuoto o il mero segno esterno di un impegno. Il sacramento è un dono per la santificazione e la salvezza degli sposi, perché «la loro reciproca appartenenza è la rappresentazione reale, per il tramite del segno sacramentale, del rapporto stesso di Cristo con la Chiesa. Gli sposi sono pertanto il richiamo permanente per la Chiesa di ciò che è accaduto sulla Croce; sono l’uno per l’altra, e per i figli, testimoni della salvezza, di cui il sacramento li rende partecipi» (Familiaris consortio, 94).

Le ultime news sul Matrimonio

TUTTE LE NEWS